• IL PRESIDENTE

    Dopo Mattarella, Draghi al Colle? Ipotesi di successione

    Mattarella non vuol ripetere l'esperienza di Napolitano, che venne rieletto presidente provvisorio per altri due anni, in mancanza di una maggioranza. Anche con un parlamento così frammentato, fra otto mesi si eleggerà il successore. L'ipotesi che va per la maggiore è Draghi, strategico per il centrodestra. Il centrosinistra vorrebbe uno dei suoi.

    • RIVELAZIONI DI PALAMARA

    Giudici contro Salvini, come lo erano contro Berlusconi

    Sul caso della nave Gregoretti, Salvini non verrà processato. Il tribunale di Catania ha sentenziato il non luogo a procedere. E' un precedente anche per il processo di Palermo, sul caso della nave Open Arms, che però si aprirà a settembre. E Palamara rivela un altro pezzo di storia della magistratura: Berlusconi era visto come il nemico.

    • CASO GERVASONI

    Libertà vigilata. Vietato contestare il Presidente

    L'inchiesta a carico del professor Marco Gervasoni e della giornalista Francesca Totolo, tra gli altri, per “offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato” è indice di un forte deterioramento della libertà di espressione in Italia. Perché, nulla fra le frasi espresse dal professore, appare come un vilipendio o una minaccia. Storia di una deriva autoritaria partita dagli anni Novanta.

    • MAGISTRATURA E POLITICA

    Il sovranismo non è reato. Ma è diventato un'ossessione

    Magistratura e media si stanno accanendo sempre più su un unico obiettivo: il sovranismo. L'episodio delle 11 persone indagate per vilipendio al presidente Mattarella rivela quanta attenzione viene rivolta dalle toghe a una sola parte politica, per le sue idee prima ancora che per le sue colpe. Come dimostra anche l'accanimento su Salvini.

    • GIUSTIZIA

    Riforma della magistratura. Stavolta lo chiede l'Europa

    Al settore della giustizia il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) destina 3,2 miliardi. Il sistema giudiziario è il punto debole dell'Italia. La lentezza del processo civile e delle procedure di riscossione del credito rendono poco competitivo il nostro Paese. Per non parlare delle incertezze nel penale. Stavolta è l'Ue che chiede la riforma, a partire da quelle del processo civile e penale.

    • SBARCHI

    Immigrazione: quelli che vogliono le porte aperte

    Un week end di fuoco sul fronte dell’immigrazione clandestina ma che potrebbe costituire solo una timida avvisaglia dei ben più massicci flussi diretti in Italia da Libia, Tunisia, Algeria e Turchia. Le Ong, le agenzie dell'Onu e la sinistra italiana si oppongono ai respingimenti e vogliono, per ideologia, ancora più immigrazione in Italia.

    • FESTA TRISTE

    Primo maggio senza senso: il governo ha abolito il lavoro

    Oggi festa del primo maggio quanto mai retorica, perché la dignità di moltissimi lavoratori è stata calpestata dall’ideologia “chiusurista” e la popolazione è spaccata tra garantiti e non garantiti. Che senso ha festeggiare il lavoro visto che il lavoro si è immolato sull’altare della lotta alla pandemia e milioni di italiani hanno dovuto rinunciarvi?

    • PIATTAFORMA ROUSSEAU

    La "democrazia diretta" esce dal Movimento 5 Stelle

    Lo strumento per eccellenza della democrazia diretta del Movimento 5 Stelle, la Piattaforma Rousseau, è in piena crisi perché il Movimento non le versa i contributi, quindi sta divorziando dalla direzione politica. Ma i vertici del Movimento pretendono che consegni tutti i dati dei militanti e simpatizzanti. Ridottosi il potere, iniziano le liti.

    • COVID E POTERE

    Emergenza fine mai. Nuovo decreto, ancora più chiusure

    L’impronta del Ministro Roberto Speranza sulle scelte governative si dimostra ancora determinante. Il nuovo decreto che entra in vigore lunedì 26 aprile, contiene nuove misure draconiane e spesso anche assurde. Stato d'emergenza prorogato fino al 31 luglio. Ristoranti aperti, ma coprifuoco alle 22. Carta verde per spostarsi da una regione all'altra, anche se non c'è alcuna garanzia che non si trasmetta il virus. Riapertura delle scuole, ma a singhiozzo. Il tutto avviene a 14 mesi dall'inizio della pandemia e a 3 mesi dall'inizio della campagna vaccinale. Il governo non sa produrre altro. Priva di effetti l'astensione della Lega.

    PROTESTANTI INGLESI CONTRO IL PASS VACCINALE di Benedetta Frigerio

    • MAGISTRATURA E POLITICA

    Processo a Salvini, fine della fragile tregua di governo

    Il rinvio a giudizio del leader della Lega, Matteo Salvini, deciso ieri dal gup di Palermo, Lorenzo Jannelli per il caso Open Arms è un macigno che contribuirà ad avvelenare il clima politico e ad inasprire le tensioni, finora latenti, tra il fronte giallorosso e i partiti di centrodestra. La tregua, faticosamente ottenuta per puntellare Draghi, può saltare.

    • FRONTEX

    Appena finirà il lockdown arriverà la nuova migrazione

    "Prevediamo che appena le misure restrittive anti Covid saranno allentate e si potrà, quindi, circolare più facilmente, una massa importante di migranti irregolari si rimetterà in viaggio per raggiungere l'Europa", avverte Fabrice Leggeri, direttore di Frontex, agenzia Ue delle frontiere. L'Italia è in prima linea ed è l'unica che accoglie tutti. L'Ue si aspetta da Draghi maggior rigore.

    • CRISI ECONOMICA

    Non sottovalutare "Io apro" (soprattutto la politica)

    Sarebbe un grave errore sottovalutare l’entità del disagio sociale che sta emergendo con i movimenti "Io apro". Ad essere disperati sono milioni di italiani e questo segna un sentimento di protesta che si può canalizzare politicamente. La storia insegna che è da movimenti di protesta passeggeri che nascono esperienze politiche.