• IL BRACCIO DI FERRO

    Zan: settimana decisiva, tra modifiche e rifiuti a trattare

    Sta per iniziare una settimana che potrebbe essere decisiva per il ddl Zan con la ripresa del tavolo di maggioranza a Palazzo Madama. Lega e FI chiedono l'unificazione della proposta Ronzulli e Italia Viva prova a modificare il concetto di identità di genere e ad "ammorbidire" la Giornata contro l'omofobia. 

    • GIOCHI DI POTERE

    Grillo vs Conte, il comico ridicolizza il suo Movimento

    Lo scontro frontale tra Grillo e Conte ha certamente risvolti economici e di potere, anche legati alla gestione dei dati dei militanti. Imprevedibile l’esito di questo “Vietnam”, che intanto avvantaggia Di Maio e sorprende per la ritrovata intesa tra il comico e Casaleggio.

    • PADRI E CARNEFICI DI FI E M5S

    Grillo, Silvio e la distruzione delle proprie creature

    Forza Italia e Cinque Stelle hanno un punto in comune: dipendono dai loro fondatori. Oggi Berlusconi vorrebbe uccidere la sua creatura, annullandola in un partito unico di centrodestra. E così anche Beppe Grillo, il quale teme che Conte possa eclissarlo. Una sindrome masochistica che finirà per portare acqua agli avversari.

    • LA LETTERA

    Roccella: «Zan legge disastrosa»

    • MIGRANTI

    L'Ue rifinanzia Erdogan ma con la Libia prende tempo

    L'Ue a “trazione” tedesca rifinanzia con 3,5 miliardi di euro la Turchia per fermare i flussi migratori da est ma si limita a dichiarazioni di principio sul sostegno alla Libia per fermare i flussi che dall’Africa muovono verso l’Italia. L’unica opzione che resta a Roma è l’adozione di immediate misure nazionali. Come Grecia e Spagna.

    • SCENARI

    Schieramenti in frantumi, il Ddl Zan acuisce le divisioni

    Dopo la protesta del Vaticano contro il Ddl Zan e la dichiarazione di Draghi, la situazione politica è in evoluzione e alimenta i trasversalismi. Altro tema caldo che mina la compattezza degli schieramenti è quello dei candidati sindaci nelle principali città. E intanto i Cinque Stelle si stanno autodistruggendo con lotte intestine.

    • MEDITERRANEO

    Immigrazione illegale, Draghi prenda in mano la situazione

    2.500 clandestini giunti in Italia in soli tre giorni. Intanto, la Grecia rispedisce i clandestini in Turchia (che diventa "porto sicuro"), la Spagna li respinge sulla costa africana. Mentre 10 bengalesi giunti in Italia sono portatori della variante indiana del Covid. La Lamorgese ha fallito. Meglio che Draghi prenda in mano la situazione personalmente.

    • SCENARI

    Si sfalda il partito filocinese, torna l'atlantismo

    Il G7 in Cornovaglia rilancia l’asse atlantico in funzione anti-cinese. Grillo non l’ha presa bene e rema contro incontrando l’ambasciatore cinese in Italia e pubblicando sul blog un intervento anti-Nato. Il riposizionamento dell’Italia sullo scacchiere in un’ottica atlantista è destinato a rimescolare le carte.

    • VERSO IL VOTO

    La "sondaggite" che illude Pd e Cinque Stelle

    Davvero la Lega rischia il sorpasso del Pd? Improbabile: per emotività dei sondaggi, incertezza sul sistema elettorale e elevata percentuale di indecisi. La “sondaggite” sembra ormai la malattia numero uno della politica italiana. Contamina la dialettica tra i partiti e rende ogni dichiarazione viziata da finalità elettoralistiche. Una patologia che inquina sempre più il funzionamento della democrazia.

    • POLITICA ESTERA

    Beffa Emirati, paghiamo gli errori della Farnesina

    Prima della cerimonia del ritiro del contingente dall'Afghanistan, gli Emirati ci hanno inflitto un'umiliazione. Non hanno permesso all'aereo da trasporto militare, con 40 giornalisti a bordo, di entrare nel loro spazio aereo e di far scalo ad Al Minhad. Paghiamo gli errori di una Farnesina che ha bruciato i contatti con tutto il Medio Oriente.

    • CREMA

    Il mestiere del sindaco: tanti oneri, pochi onori

    Il caso di Stefania Bonaldi, sindaco di Crema, dimostra come il mestiere del sindaco sia sempre più rischioso. Per un bambino che si era ferito una mano all'asilo, anni fa, ha ricevuto lei, primo cittadino, un avviso di garanzia. Rischi alti, dunque, e casse vuote che provocano lo scontento dei cittadini, a fronte di stipendi non adeguati. Sempre meno si candidano.

    • UE VS ITALIA

    Immigrazione, non esiste alcuna "soluzione europea"

    Ennesima dimostrazione che non esiste alcuna "soluzione europea" al problema dell'immigrazione clandestina: la richiesta italiana di ridistribuire chi sbarca sulle nostre coste è stata sonoramente respinta. La Francia e la Germania, che hanno il loro grande problema, non intendono prendersi anche i nostri.

    - C'È DEL BUONO IN DANIMARCA di Anna Bono