• Eredità tradita

    La coscienza luterana del nuovo Istituto GPII

    La frase pubblicata sulla pagina Facebook dell’Istituto Giovanni Paolo II, “Difendere il diritto all’aborto non vuol dire difendere l’aborto”, si contrappone al magistero del santo polacco ed esprime una nuova idea della coscienza in rapporto alla legge morale. Essa sposa una concezione luterana e kantiana, abdicando alla visione cattolica della libertà.

    • VITA

    Aborto normalizzato, il male non è più percepito

    Due esempi recenti: Monica Cirinnà, scandalizzata, protesta contro i manifesti di Pro Vita & Famiglia, mentre l'Europarlamento boccia l'emendamento di Simona Baldassarre contro l'utero in affitto. L'aborto e le pratiche di fecondazione artificiale sono ormai talmente sdoganate e normalizzate che viene giudicato folle chi si oppone.

    • L'OMELIA

    "Resisteremo alle prove con lo sguardo di sant'Agnese"

    "Se una fanciulla di dodici anni preferiva la fedeltà a Cristo a una vita di umane soddisfazioni, aveva un buon motivo, quello per cui anche noi possiamo resistere non solo alla prova della fede nella pandemia, ma anche alla diabolica tentazione di abbandonare Cristo chiudendo le chiese, sperando nel vaccino e seguendo quanti invocano l'aborto e l'eutanasia come scappatoia".

    • ANNIVERSARIO

    Cento anni di Pci: dal sovietismo alla tirannia del moralismo

    Il 21 gennaio 1921 sull'onda dell'entusiasmo per la rivoluzione bolscevica nasceva a Livorno il Partito comunista italiano, che per la storia del nostro paese ha avuto un effetto gigantesco e negativo, tuttora ben presente nella forma di un moralismo intollerante.

    • CRISI DI GOVERNO

    La democrazia è ben altro che la conta dei voti

    Il voto in Parlamento, con la caccia ai "responsabili" per poter mantenere il governo, dimostra che l'Italia è tenuta ostaggio dalle cosiddette regole democratiche. In realtà tale situazione dimostra tutta l'inconsistenza del nostro sistema democratico.

    • SENTENZA CLINICA TAVISTOCK

    Medici a processo: "No agli ormoni per cambiare sesso"

    Dopo la decisione dell'Alta Corte di Londra contro la somministrazione sotto i 16 anni di bloccanti della pubertà e di ormoni del sesso opposto senza il parere di un giudice, il The Mail on Sunday ha ottenuto che venissero pubblicate per intero le opinioni dei medici: si parla di moda e non di scienza, di danni alla salute fisica e mentale, di sperimentazione umana. Eppure il trattamento non viene vietato e il motivo è sconcertante.

    • L'IDEOLOGIA

    Lockdown modello cinese: nasce con Hobbes

    il rifiuto di ascoltare le istanze dei cittadini e, più in generale, la gestione della pandemia a colpi di divieti da parte dell’attuale governo nasce da ed è assolutamente coerente con una radice ideologica che risale a Hobbes.

    • POLITICA

    Responsabili o collaborazionisti? Il caso Binetti

    Governo Conte alla caccia dei senatori che possono garantire la sopravvivenza del governo. E tra i disponibili ecco spuntare anche la cattolica Paola Binetti, una scelta incomprensibile se non come obbedienza al vertice della CEI che tanto si sta spendendo per sostenere il governo Conte.

    • DI LOCKDOWN IN LOCKDOWN

    L'inverno della democrazia

    È ormai chiaro che l’obiettivo delle élite politico-mediche è di mantenerci in uno stato di incertezza a oltranza. Il tutto in uno stato di intontimento generale nel quale i mass media e le massime istituzioni fanno a gara per non fare domande e per non fornire risposte....

    • PIANO INCLINATO

    Se l’aborto è una pizza take away

    Marche, l’assessore Giorgia Latini pensa di proporre una revisione delle linee ministeriali sulla Ru486 e di aiutare le donne in gravidanza. Ma le femministe di “Non una di meno” rispondono con la richiesta dell’«aborto per tuttu» (sic!) e della pillola «da asporto». Sembra una parodia della vecchia propaganda abortista, e invece è la cultura mortifera che mostra il suo vero volto.

    • IL CASO

    L'etica in soccorso del medico che non vuole vaccinarsi

    Sempre più medici non vogliono farsi vaccinare e sconsigliano il vaccino anti- Covid ai propri pazienti. E le associazioni di categoria minacciano perfino l'espulsione dall'Ordine. Ma l'etica è dalla loro parte. E anche la legge. 

    • DISOBBEDIENZA CIVILE

    #IoApro, opposizione pragmatica e anti-ideologica

    Il mondo della ristorazione e quello della scuola sono in ebollizione: oltre 50mila esercenti hanno già aderito all'iniziativa di aprire i locali a partire dal 15 gennaio, a pranzo e cena. Mentre studenti e insegnanti cominciano le proteste pubbliche per chiedere la riapertura delle scuole. È la reazione comprensibile a un sempre più ingiustificabile lockdown.