• LE RADICI STORICHE

    Il ddl Zan è la “Bibbia” del totalitarismo relativista

    Il disegno di legge Zan rappresenta l'estremo stadio di una continua pressione per la limitazione del principio di libertà di espressione in atto da più di mezzo secolo ad opera della sinistra, intenta a delegittimare e criminalizzare tutti i suoi avversari. Prima ha usato l'antifascismo come clava per criminalizzare tutti quelli che erano anticomunisti. Poi, nel post-guerra fredda, ha subìto una mutazione genetica passando dal collettivismo comunista al progressismo relativista, imperniato sul multiculturalismo e su un'idea radicalmente soggettivistica dei diritti individuali. Ora, il culmine del processo di relativizzazione integrale della cultura civile viene raggiunto con l'imposizione dogmatica della dottrina gender
    - LA "ZAN" INGLESE ACCUSA DI TERRORISMO IL PASTORE di Benedetta Frigerio

    • COVID AT HOME

    Migliaia i medici in piazza, mentre l'Ordine apre procedimenti

    Riuscita la manifestazione del comitato per le cure domiciliari precoci che ha portato in Piazza del Popolo a Roma migliaia tra medici e pazienti guariti per testimoniare la bontà delle cure precoci e chiedere ascolto al Ministero per la revisione del protocollo. Intanto però l'Ordine dei medici ha aperto un procedimento verso alcuni medici colpevoli di aver detto che il Covid si cura. 

    • COVID

    Vaccini e infertilità, i ricercatori lanciano l'allarme

    Dopo l'allarme di Roxana Bruno su vaccini Covid e rischio fertilità, l'allarme arriva da Janci Chunn Lindsay che in passato lavorò allo sviluppo di vaccini contraccettivi: a causa della somiglianza tra le sincitine e la proteina spike di SARS-CoV-2, le risposte anticorpali indotte dal vaccino potrebbero innescare una reazione crociata, causando effetti collaterali che interessano la riproduzione. Anche il virologo Bill Gallaher conferma i sospetti e sottolinea i già numerosi casi di aborti spontanei e irregolarità mestruali in donne vaccinate. 
    - MEDICI IN PIAZZA, INTANTO L'ORDINE APRE PROCEDIMENTI di Andrea Zambrano

    • FESTA DELLA MAMMA

    La mamma nasce ogni giorno. (Quello che la Zan non può cambiare)

    «Mi chiedo: se passasse la legge Zan forse non si festeggerebbe neppure la Festa della Mamma. La legge Zan direbbe che è discriminatorio parlare di "mamma", perché molti bambini vivrebbero con due papà. Per non parlare dell'utero in affitto o della cosiddetta "gravidanza solidale", dove la donna diventa una mamma senza l'amore e, dopo aver portato suo figlio per nove mesi dentro al suo grembo, se lo ritrova strappato via. La mamma non nasce “imparata”. La mamma non nasce perfetta. La mamma nasce ogni giorno. E allora: tanti auguri mamma». La lettera alla Bussola di una giovane figlia alla sua mamma. 

    • SCIENZA&FEDE

    Santi anti-Covid, uno studio che soffre di scientismo

    Un breve studio, basato su un sondaggio online, rivela che santa Rita, san Rocco e san Sebastiano sono ritenuti i più efficaci intercessori contro il Covid-19. Tra cenni interessanti e limiti metodologici, gli autori assimilano l’aiuto del Cielo alla magia, tradendo un approccio scientista che esclude il soprannaturale e il retto rapporto tra fede e ragione.

    • COVID E POTERE

    Gulag psichiatrico: Tso per chi rifiuta la mascherina a scuola

    Davvero se dissenti sulle norme anti-Covid finisci in manicomio, come in Urss? Parrebbe un’esagerazione dei no-mask, ma è successo a Fano, nelle Marche, due giorni fa. La vicenda riguarda un ragazzino di 18 anni che si opponeva all’uso della mascherina in aula. A scuola hanno chiamato il 118. Ed è finito in psichiatria, con un Tso. Eppure, come spiega alla Nuova Bussola Quotidiana, l'avvocato Alessandro Fusillo, la protesta aveva eccome un fondamento legale. E il Tso, in questo caso, è quasi certamente un abuso di potere. Non ci rendiamo conto di quanto, nel nome dell'emergenza sanitaria infinita, sia lo Stato a violare la sua stessa legge. 

    • I VENERDì DELLA BUSSOLA

    Medici in piazza: la verità sul Covid VIDEO

    Attesa per sabato 8 maggio la manifestazione dei medici in Piazza del Popolo (Roma) per protestare contro gli inefficaci protocolli di cura previsti dal Governo. L'avvocato Erich Grimaldi e il dottor Stefano Manera ci hanno raccontato dietro le quinte cosa sta accadendo...

    • OMOTRANSFOBIA

    Ddl Zan, un passo avanti. Ddl alternativo di Lega e Fi, pessima idea

    In Commissione Giustizia del Senato Pd e 5Stelle forzano il regolamento e mandano avanti il ddl Zan sganciandolo da altri progetti di legge sul tema. Lega e Forza Italia hanno depositato un disegno di legge alternativo, che però è figlio della solita logica del “concedere qualcosa per non fare prendere tutto”. Una logica che si è già ampiamente dimostrata perdente.

    • NUOVE RIVELAZIONI

    In aumento i contagi tra i vaccinati. Sicuri che funziona?

    Contagiati e positivi pur essendo vaccinati. Succede a molti operatori sanitari e l’allarme viene dall’Associazione Nursing Up. Il caso Taormina, con un focolaio in Cardiologia, è solo una delle tante segnalazioni giunte al sindacato. Colpa di qualche infermiere “No Vax”? No, perché medici e infermieri sono tutti regolarmente vaccinati con due dosi. Inutile quindi cercare capri espiatori. Il presidente dell'Associazione denuncia la «non totale efficacia dei vaccini».

    - VARIANTE INDIANA, I NUMERI DALL'INDIA OLTRE AL PANICO di Stefano Magni

    • RETE INTERNAZIONALE

    Boystown, 400.000 pedofili e la fine di una civiltà

    Un’indagine condotta dalla polizia tedesca, insieme all’Europol e alle forze dell’ordine di altri cinque Paesi, ha portato all’oscuramento di una darknet con oltre 400.000 pedofili iscritti. Quattro, finora, gli arresti, ma potrebbero seguirne altri. Eppure i siti pedopornografici hanno “una notevole capacità di ripresa”, segno che serve una seria presa di coscienza dell’Occidente.

    • VIROLOGIA TELEVISIVA

    La festa dell'Inter e quel solito allarmismo per la folla

    Trentamila tifosi dell'Inter hanno invaso il centro di Milano per festeggiare la vittoria dello scudetto. E subito parte l'allarmismo dei virologi (televisivi) sul focolaio prossimo venturo. Eppure i precedenti (Benevento, Napoli...) dovrebbero indurre all'ottimismo. In altri Paesi, come Grecia, Spagna e Inghilterra si riapre per l'estate. Da noi no.

    • CASO AMARA

    Bufera sul Csm. E in gioco c’è pure il dopo Mattarella

    Tiene banco il caso Amara con la diffusione di verbali segreti contenenti gravi accuse, non confermate, contro alti esponenti del mondo politico e giudiziario unitisi nella presunta loggia “Ungheria”. Prosegue così il terremoto nel Csm dopo le scosse del caso Palamara. E i veleni di questi giorni potrebbero essere un modo per escludere un Mattarella-bis o l’outsider Conte al Quirinale.