• IL REPORTAGE

    Trieste, il giorno della vergogna: la polizia si scatena contro persone inermi

    Il 18 ottobre 2021 resterà una data storica, non solo per Trieste, ma per tutta l'Italia. Ad una manifestazione pacifica e legittima contro il green pass, vi è stata una risposta indegna per un qualsiasi stato civile e democratico. Sirene spiegate, idranti caricati anche su anziani e bambini, persino un colpo alla nuca di una donna incinta... perché nessuno dice nulla di fronte a tanto? Nemmeno la Chiesa? E perché tanta brutalità quando il Ministero non ha saputo fermare un rave abusivo né l'assalto alla CGIL di Forza Nuova?

    - C'È UN'EMERGENZA GIORNALISMO di Stefano Magni

    • COVID E PROPAGANDA

    Non c'è emergenza fascismo. C'è un'emergenza giornalismo

    Stime al rialzo per le piazze amiche e al ribasso per quelle ostili, fascismo pompato e anarchismo ignorato. Se poi parla qualche portuale di Trieste e dice parole di buonsenso, allora "fatelo tacere". E se poi pregano il Rosario, allora apriti cielo! Lo spettacolo del giornalismo italiano è questo. 

    • EFFETTI COLLATERALI

    Anche il Green Pass fa le sue vittime

    Un anziano malato oncologico fatto scendere dal treno perché il Green pass è scaduto da mezz'ora; una signora anziana gravemente malata lasciata fuori da un centro commerciale perché senza il lasciapassare. Sono solo due dei tanti casi di applicazione disumana e irrazionale della normativa, simbolo delle nuove schiavitù. 

    • NORVEGIA

    Le renne battono i parchi eolici. E le follie verdi Ue?

    La Corte suprema norvegese ha stabilito che due parchi eolici danneggiano l’allevamento tradizionale delle renne dei Sami e 151 turbine sono illegali. La decisione si fonda sulla norma di un trattato Onu che protegge le minoranze. E apre a conseguenze in altri Paesi. Ma intanto l’Ue prosegue, gravando sui cittadini, con la sua costosa ideologia green.

    • INTERVISTA A DALLARI

    «Ho curato, non ho ucciso: così colpiscono le terapie»

    «Ho insistito io per il ricovero dal giorno prima, ma l'Usca non è mai arrivata e in ospedale lo tranquillizzavo. Come potrei aver provocato la sua morte dopo un mese?». E' indagato dalla procura di Ferrara per la morte di Mauro Gallerani, i media gli danno la caccia in garage, gli hanno sequestrato telefonino e pc. Ma in questa intervista alla Bussola, il dottor Alberto Dallari esce allo scoperto per fare luce su tutto. Preoccupato? «No, ma la Polizia mi ha chiesto se sono no vax (cosa che non sono) e se frequento associazioni cattoliche: ma che cosa c'entra?». «Ho lavorato 40 anni nell'emergenza, so gestire decisioni repentine e restare lucido. Con Ippocrate ho curato 400 pazienti: solo un decesso e tre ricoveri. Vogliono criminalizzare le terapie domiciliari usando questa storia».

    • IL PUNTO SUL COVID

    Cure e medici: si doveva dare libertà, non criminalizzare

    Piuttosto che interferire con le attività cliniche, il sistema sanitario avrebbe dovuto lasciare piena libertà ai medici di consigliare sani stili di vita e prescrivere in scienza e coscienza i farmaci. Invece sono stati ostacolati e ora vengono anche indagati come nel caso del medico accusato di omicidio colposo per aver curato. Eppure, intere schiere di malati sono state abbandonate senza assistenza e si sono rivolte a liste di medici resisi disponibili per via telematica, cosa del tutto lecita in caso di emergenza. Gli errori accertati della vigile attesa con paracetamolo. E il progresso sulla cura del paziente covid.  

    • OBBLIGO DI STATO

    Green Pass, è il giorno del caos da Trieste in giù

    Da oggi nei luoghi di lavoro si entra soltanto con Green Pass, una misura fortemente contestata da tanti cittadini e associazioni. Occhi puntati su Trieste, dove i lavoratori portuali con il loro sciopero mettono in difficoltà il governo e manifestano un raro spirito di solidarietà con tutte le categorie dei lavoratori.
    - INTERVISTA/ ANCHE I DOCENTI UNIVERSITARI FANNO SCIOPERO, di Stefano Magni

    • IDEOLOGIA

    Gender, l’assurda guerra agli “stereotipi” nei giocattoli

    La Lego annuncia che eliminerà gli “stereotipi di genere” nei suoi mattoncini. La California vara una legge che impone ai grandi venditori di giocattoli di allestire uno spazio “neutro”. Segni di una battaglia paradossale che va avanti da tempo (già Obama la favoriva) e che ignora che le differenze tra i sessi esistono, per natura, anche nella scelta dei giochi.

    • LE STORIE

    Medici sospesi, tra umanità e competenza: non sono mostri

    Nella retorica bellicistica che ha infarcito la narrazione sull’epidemia i medici sospesi dal servizio per aver rifiutato il vaccino sono dei disertori. Eppure fino a ieri erano professionisti seri e preparati. La Bussola racconta le loro storie, tra la sofferenza dell'ostilità dei colleghi e la gratitudine dei pazienti rimasti improvvisamente "orfani" che mitiga il dolore. Storie di medici, storie di medicina umana, non di mostri. Come Patrizia, pediatra, 60 anni, una vita per prendersi cura di quei bambini che la natura non le aveva dato.

    • IL 23 OTTOBRE

    Giornata della Bussola, un antidoto allo stato di paura

    Lo stato di paura - per il clima, per la pandemia - è il tratto oggi dominante la nostra società, una paura che è diventata strumento per l'affermarsi di un Potere sempre più invadente e oppressivo. Solo la coscienza di appartenere a Dio permette di non cadere nella paura. Ed è quello che approfondiremo nella Giornata della Bussola che si svolgerà il prossimo 23 ottobre presso la Comunità Shalom a Palazzolo sull'Oglio (Bs).

    • STUDIO ISRAELIANO

    «La protezione cala già due mesi dopo il vaccino»

    Gli studi in Israele e in Qatar, dimostrano come la protezione immunitaria di Pfizer/BioNTech diminuisca già dopo il secondo mese, specialmente nei maschi over-65 e nei soggetti affetti da due o più condizioni coesistenti e negli immunodepressi: un campione di casistiche immenso. Segno che la strategia vaccinale va ripensata. 

    • PRESENTAZIONE CORSO POLITICA

    Per una (vera) politica cattolica - VIDEO

    Video presentazione della Scuola di Politica, con il direttore de La Nuova Bussola Quotidiana, Riccardo Cascioli, e il direttore dell'Osservatorio Cardinale Van Thuân, Stefano Fontana.