• RICEVUTO DAL PAPA

    Padre adottivo di 44 disabili ‘grida’ che ogni vita è sacra

    Il brasiliano Tonio de Mello incontra papa Francesco, che rinnoverà l’assicurazione sanitaria per i suoi 44 figli adottivi, adulti e bambini, molti sopravvissuti a un tentato aborto. Nel '90 fonda la Comunità di Gesù Bambino, con una missione: amare i piccoli abbandonati imitando Maria e Giuseppe.

    • A MILANO

    Dai trial di Pfizer alla libertà, la lezione di Kennedy

    Dipinto come no vax, Robert Kennedy Jr. ha detto di essere contrario solo ai “vaccini cattivi”, cioè sviluppati troppo in fretta. Dai trial di soli sei mesi al ‘trucco’ del 100% di efficacia di Pfizer, fino al Great Reset, l’avvocato americano, all’Arco della Pace, ha fatto un discorso molto chiaro su verità e libertà.

    • IL CASO OTO MELARA

    Rafforzamento o cessione di sovranità? Italia al bivio

    Francesi e tedeschi vogliono la nostra Oto Melara che produce cannoni e la WASS-Sistemi subacquei. Leonardo per 600 milioni fiuta l'affare, ma cedere questi gioielli ai franco-tedeschi significa consentire ai nostri rivali europei di acquisire il know-how e le eccellenze delle nostre aziende col rischio che entro qualche anno vengano chiusi gli stabilimenti italiani per spostare la produzione. La nascita dell’Europa della Difesa nasce su base di cooperazione o di assimilazione della nostra industria? 

    • Libertà attaccata

    Religione e scuola parentale, stretta da Spagna e Francia

    Il Governo Sanchez snobba la religione: solo un’ora a settimana per l’“Educazione Minima”. I vescovi: una perdita di cento ore nelle primarie. Macron limita ancora l’istruzione parentale. E sarà più difficile poter istruire a casa i bambini vittime di molestie a scuola.

    • LA SENTENZA

    Bibbiano insegna: il sistema esisteva e il Pd l'ha sostenuto

    I 4 anni a Foti, condannato per i reati sugli affidi in Val d'Enza, insegnano che il sistema Bibbiano esisteva e sanciscono il principio che nessun figlio, neanche quelli delle famiglie problematiche, è dello Stato. Lo psicoterapeuta dovrà risarcire i genitori, ma anche i Comuni della Val d'Enza e la Regione, costituitisi parte civile. Il giudice ha riconosciuto un danno per le istituzioni, che però sono ancora governate da chi esaltava e sponsorizzava quel modello, che ha poi svelato violenze e suggestioni. C'è una responsabilità politica degli enti controllori, tutti nel Pd. 

    • LA RISOLUZIONE

    L'Ue attacca la Polonia e difende l’aborto eugenetico

    Il Parlamento europeo ha approvato, a larga maggioranza, l’ennesima Risoluzione per attaccare la Polonia e in particolare la sentenza del Tribunale costituzionale che vieta l’aborto eugenetico e metterebbe “a rischio la salute e la vita delle donne”. Ma la realtà dice tutt’altro.

    • TERAPIE

    Farmaci anticovid, quando cure e novax sono utili

    Le chiamano già miracolisticamente "pillole", ma altro non sono che farmaci in corso di sperimentazione per fermare il covid e curare. Merck e Pfizer sono in vantaggio, ma non sostituiranno il vaccino. Però per testarne l'efficacia è stato abbattuto il tabù delle terapie precoci domiciliari e si sono coinvolti pazienti novax. I risultati? Incoraggianti, anche se il campione è ridotto e la percentuale di ricoveri al 50%. 

    • LA DIRETTIVA

    Copyright, tutti i rischi di dominio del pensiero unico

    Approvato il decreto legislativo sul diritto d’autore e il mercato unico digitale. Ma non definisce come i colossi del web chiederannol’autorizzazione di autori e editori per indicizzare i contenuti. C'è il rischio che possa funzionare solo per amplificare il pensiero unico legittimando la saldatura tra produttori di informazione mainstream e piattaforme di condivisione online.

    • AGENDA ARCOBALENO

    Quattro milioni a centri Lgbt, il Ddl Zan passa pezzo a pezzo

    L’Unar pubblica la graduatoria che ammette a spartirsi 4 milioni di euro 37 organizzazioni Lgbt e Comuni per creare centri «contro le discriminazioni motivate da orientamento sessuale e identità di genere». Una misura basata su una pseudo-emergenza, come mostrano i dati ufficiali dell’Oscad. Tra i beneficiari perfino il Circolo Mario Mieli e il blasfemo Cassero di Bologna. Milioni ‘stralciati’, per la mancata copertura, dal Ddl Zan, ma fatti rientrare dalla finestra con il Decreto Rilancio. Così, insieme alla censura anti-famiglia nel DL Infrastrutture, passa surrettiziamente un altro pezzo dello Zan.

    • INTERVISTA A FRAJESE

    «Molti medici non vogliono ammettere reazioni avverse»

    «Nel mio campo vedo riacutizzazioni di infiammazioni alla tiroide, irregolarità nel ciclo mestruale, sindrome di Guillain-Barré, parestesie, trombosi e disturbi coagulativi. La correlazione col vaccino è nei fatti e nelle tempistiche. Non si sapeva? Per forza: con due mesi soltanto di trial era inevitabile. Ma molti medici preferiscono non indagare per non rischiare di beccarsi l'accusa di no vax». Parla alla Bussola l'endocrinologo Giovanni Frajese: «Bisogna segnalare le reazioni avverse perché è l'unico modo per studiarle e perché l'EMA le inserisca tra gli effetti collaterali». 

    • IL RAPPORTO VAN THUAN

    Il modello cinese è sbarcato da noi: la Cina si fa mondo

    È uscito il 13mo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân. Quest’anno è dedicato al “Modello cinese”, un modello di capital-socialismo del controllo sociale costruito in Cina ma in esportazione in tutto il mondo. Il Modello cinese è di attualità e sembra attirare molti: i Paesi africani lo importano, i governi occidentali per procedere verso una democrazia della sorveglianza, gli imprenditori perché hanno bisogno del mercato cinese, il Vaticano non accenna al problema dei diritti umani. Sette saggi e sette cronache di firme prestigiose per dire che il Modello cinese è la “via della Cina”. 

    • COVID-19

    "Studi insufficienti e rischi sconosciuti. Attenzione al vaccino sui bambini"

    Ottenuta l'approvazione del farmaco, gli Stati Uniti stanno per iniziare la vaccinazione di massa sui bambini. In Italia il via libera è atteso con sollecitudine dal governo che ha dichiarato di voler partire subito a dicembre. "Ad oggi i dati non giustificano questa emergenza", dichiara l'epidemiologo Rainisio. "Occorre maggior attenzione e prudenza: gli studi sul farmaco sono attualmente insufficienti, non si conoscono abbastanza i rischi. Inoltre vaccinare un bambino per proteggere un altro soggetto è un principio eticamente inaccettabile".