Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Agostino di Canterbury a cura di Ermes Dovico

Gender


Il bus della libertà e l'uso dei "bimbi in transizione"
CONTRO LA GENDERCRAZIA

Il bus della libertà e l'uso dei "bimbi in transizione"

Fa tappa a Firenze il #busdellalibertà che scardina i principi dell'ideologia gender. Proprio nei giorni in cui infuria la polemica per un convegno in Regione sui bambini in transizione, strumentalizzati per dimostrare un passaggio che non esiste in natura. 


Festa Matria, il delirio gender alla prova del dizionario
CILE

Festa Matria, il delirio gender alla prova del dizionario

E’ lo Zingarelli il vero nemico della teoria del gender. In Cile la Festa Patria diventa ache Matria in ossequio al delirio gender. Ma la rete si ribella e il ministero cancella lo slogan. Per eccesso di idiozia. 


Una legge per fermare l'autobus della libertà
SPAGNA

Una legge per fermare l'autobus della libertà

Si sono presentati davanti al Parlamento di Madrid vestiti da prigionieri di Guantanamo i sei attivisti della piattaforma HazteOir che ieri hanno protestato contro la discussione della legge bavaglio per i diritti Lgbt voluta da Podemos.


Arriva in Italia il bus della libertà che Soros detesta
LOTTA AL GENDER

Arriva in Italia il bus della libertà che Soros detesta

I bambini sono maschi, le bambine sono femmine. La natura non si sceglie. Stop gender nelle scuole”. È la scritta a lettere cubitali che campeggia sul Bus della Libertà di CitizenGo, che sabato sbarca anche in Italia per un tour in sette città. Nonostante l pesanti critiche di Soros.
-IN SPAGNA E' A RISCHIO di Andrea Zambrano


Carcere a chi chiama un trans con il pronome giusto
CALIFORNIA

Carcere a chi chiama un trans con il pronome giusto

Nella democratica California dopo il divieto a curare i propri figli, arriva l'obbligo a chiamare i pazienti delle cliniche di ricovero che si sentono del sesso opposto al quale appartengono come fossero tali. Pena la multa e il carcere. Così dal "chiedere diritti" gli attivisti Lgbt sono arrivati alla "punizione" di chi non sposa la loro visione. 


Manipolatrice e utopistica: è la gendercrazia
IL NUOVO LIBRO DI CHIARA ATZORI

Manipolatrice e utopistica: è la gendercrazia

La Nuova BQ intervista Chiara Atzori alla vigilia dell'uscita del nuovo libro "Gendercrazia, nuova utopia". L’oscuramento della differenza tra maschile e femminile, l’uso di slogan accattivanti per ottenere consenso, la fecondazione artificiale, la natura umana da riscoprire nella triade madre-padre-figlio. «Spesso ci si dimentica del fatto che se si parla di gender si sta parlando di una clamorosa e ideologica bufala scientifica, che provoca una lenta disgregazione dell'umano. Il cambiamento di linguaggio che manipola le coscienze fa il resto».