• NUOVI RAZZISMI

    «Non sono bianco». La bugia per andare al college

    Un sondaggio di Intelligent.com rileva che su 1250 candidati al college il 34% ha mentito sulla propria appartenenza etnica, negando di essere bianco; tra loro, quasi la metà ha affermato di essere nativo americano. L’85% di chi ha falsificato la dichiarazione ritiene che questo li abbia aiutati a essere ammessi. Una conseguenza della cancel culture e del finto antirazzismo.

    • IL LIBRO DI ESOLEN

    La Città irreale: come il pensiero occidentale è stato demolito

    Ne La demolizione del pensiero occidentale (edito a cura de Il Timone), il professor Anthony Esolen passa in rassegna tutte le più recenti minacce culturali alla ragione e alla realtà. Smettendo di credere in Dio, la cultura contemporanea si è allontanata dal reale. Ha costruito una Città irreale, che però è destinata a crollare.

    • POLITICALLY CORRECT NEGLI USA

    Censura nelle università, la fine della libertà accademica

    Il professor Boghossian, autore di una serie di studi provocatori sul gender e il femminismo, ha dovuto rassegnare le dimissioni. È solo l'ultimo in ordine di tempo: in sei anni, negli Usa, ben 426 professori sono stati denunciati o segnalati, due terzi hanno subito sanzioni, 100 hanno perso il lavoro e 93 sono stati posti in congedo

    • CANCEL CULTURE

    Via Colombo dalle scuole di New York. Sindaco "ignaro"

    Sicché anche New York cancella il Columbus Day dalle sue scuole, la giornata dedicata alla scoperta dell’America e celebrata il secondo lunedì di ottobre a livello federale. E’ stata sostituita dalla Giornata dei Popoli Indigeni. Il sindaco De Blasio ha fatto poi marcia indietro e la festa è diventata anche Giornata del Patrimonio Italiano. Ma Colombo è comunque scomparso.

    • NUOVA FOLLIA

    Ora la cancel culture “prega” per odiare i bianchi

    Si chiama Prayer of a Weary Black Woman ed è scritta dalla teologa protestante di colore Chanequa Walker-Barnes: «Caro Dio, per favore aiutami a odiare i bianchi», la sua invocazione centrale. Da settimane si è accesa la discussione, ma né l’autrice della “preghiera” né la curatrice della relativa raccolta di meditazioni (la progressista Sarah Bessey) si sono scusate. Segno di una cultura d’odio che, dilagata con Black Lives Matter, criminalizza i bianchi e disprezza le radici dell’Occidente.

    • OMISSIONI

    Tratta degli schiavi, amnesia per i crimini degli arabi

    Il 25 marzo è la Giornata internazionale del ricordo delle vittime della schiavitù e della tratta transatlantica degli schiavi, istituita dall'Onu nel 2007. È un'occasione anche politica e ricorda solo le vittime della tratta dei mercanti di schiavi europei. Ma non quelle della ben più duratura e sanguinosa tratta degli schiavisti arabi. Ci sono africani vittime di serie B?