Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Macrina la Giovane a cura di Ermes Dovico

Bangladesh


L’Oim in aiuto non solo dei rifugiati Rohingya
Bangladesh

L’Oim in aiuto non solo dei rifugiati Rohingya

L’impatto di centinaia di migliaia di rifugiati in un distretto povero e sottosviluppato del Bangladesh ha messo in serie difficoltà decine di migliaia di famiglie. L’Oim cerca di alleviarne i problemi


Gruppi di profughi Rohingya tentano di raggiungere illegalmente Malesia e Indonesia via mare
Myanmar

Gruppi di profughi Rohingya tentano di raggiungere illegalmente Malesia e Indonesia via mare

Riprende il traffico di profughi Rohingya convinti con raggiri e false promesse di lavoro a trasferirsi in Malesia e in Indonesia

 


I rifugiati Rohingya sono il “grande mercato” delle ong
Myanmar

I rifugiati Rohingya sono il “grande mercato” delle ong

Il portavoce del governo birmano accusa Unhcr e ong di opporsi al rimpatrio dei rifugiati Rohingya per non perdere i finanziamenti


Rohingya, i rifugiati in Bangladesh rifiutano di tornare nel Myanmar
Myanmar

Rohingya, i rifugiati in Bangladesh rifiutano di tornare nel Myanmar

Il programma di rimpatrio dei Rohingya è stato sospeso dopo che i primi 150 rifugiati scelti dal governo bangladeshi hanno rifiutato di tornare a casa temendo per la loro sicurezza


Riyadh si prepara a deportare in Bangladesh centinaia di Rohingya
Arabia Saudita

Riyadh si prepara a deportare in Bangladesh centinaia di Rohingya

Entrati in Arabia Saudita in occasione del viaggio alla Mecca con documenti contraffatti, centinaia di Rohingya birmani stanno per essere portati in Bangladesh contro la loro volontà


C’è anche la tratta tra le insidie che minacciano i rifugiati Rohingya
Bangladesh

C’è anche la tratta tra le insidie che minacciano i rifugiati Rohingya

La mancanza di risorse induce molte famiglie di rifugiati Rohingya  a cedere le figlie ai trafficanti nella speranza di migliorare le difficili condizioni di vita nei campi profughi  


L’Oim riceve dieci nuove ambulanze per assistere i rifugiati Rohingya in Bangladesh
Bangladesh

L’Oim riceve dieci nuove ambulanze per assistere i rifugiati Rohingya in Bangladesh

 

Unione Europea, Gran Bretagna, Stati Uniti e Svezia hanno donato dieci ambulanze all’Oim, destinate ai rifugiati Rohingya in Bangladesh e alle comunità locali del distretto di Cox’s Bazar


A un anno dall’inizio dell’esodo dei Rohingya sono mezzo milione i piccoli rifugiati senza futuro
Myanmar

A un anno dall’inizio dell’esodo dei Rohingya sono mezzo milione i piccoli rifugiati senza futuro

Le operazioni di reinsediamento vanno a rilento, il programma dei rimpatri è appena stato concordato. I rifugiati Rohingya in Bangladesh vivono sul filo del rasoio e i minori sono i più penalizzati


4 milioni di immigrati dal Bangladesh hanno perso la cittadinanza indiana
India

4 milioni di immigrati dal Bangladesh hanno perso la cittadinanza indiana

Il governo indiano applicando un accordo del 1985 ha cancellato dal registro nazionale  dei cittadini dell’Assam tutti i bengalesi entrati nel paese dopo il 24 marzo 1971.


Migliaia di cristiani in Bangladesh subiscono l’esproprio forzato delle loro terre e delle loro case
Bangladesh

Migliaia di cristiani in Bangladesh subiscono l’esproprio forzato delle loro terre e delle loro case

Deboli in quanto minoranza etnica e religiosa in un paese a maggioranza musulmana, migliaia di cristiani si vedono espropriare terre e case senza potersi difendere


Oltre 700.000 Rohingya si preparano a trascorrere un lungo periodo lontano da casa
Bangladesh

Oltre 700.000 Rohingya si preparano a trascorrere un lungo periodo lontano da casa

Caritas Bangladesh e altre organizzazioni umanitarie provvedono ai bisogni dei rifugiati Rohingya con progetti di assistenza e riqualificazione degli insediamenti


Decapitata la statua della Madonna a Natore, arrestato il catechista Sushil Mardy
Bangladesh

Decapitata la statua della Madonna a Natore, arrestato il catechista Sushil Mardy

I 300 cattolici di Natore, dopo l’atto vandalico alla loro chiesa e l’arresto del loro catechista, reclamano il diritto di praticare la fede in libertà