• 15:17 ATTACCO AL TRENO

    Coraggio, chiarezza, fedeltà: i tre ingredienti di Clint Eastwood

    Uno dei film meno conosciuti di Clint Eastwood, 15:17 attacco al treno, cronaca dell'attentato (sventato) al treno Amsterdam-Parigi del 2015. È un inno al coraggio, alla chiarezza e alla fedeltà al proprio ruolo. Ovviamente non solo il film, ma proprio la storia reale dei protagonisti degli eventi. 

    • Emigranti illegali

    La Turchia costruisce un muro al confine con l’Iran

    Il muro lungo 295 chilometri e alto quattro metri servirà a impedire l’ingresso illegale di emigranti, l’infiltrazione di terroristi e il contrabbando

    • ABBIAMO PERSO

    Via dall'Afghanistan, la sconfitta nascosta

    L’Italia, gli Usa e la Nato hanno ammainato le bandiere a Herat, sede del contingente italiano in Afghanistan. Il bilancio per gli italiani, in vent'anni di guerra a bassa intensità, è di 54 morti e 700 feriti. Il costo dell'operazione è stato di 10 miliardi di euro. Fuor di retorica: andarcene adesso è una sconfitta. I talebani sono all'attacco ovunque.

    • TERRORISMO

    L'Isis ci riprova, sventato un attacco in Europa centrale

    Grazie a una soffiata dalla Polonia, è stata smantellata una rete di terroristi che operava fra Germania e Danimarca e scoperto il progetto di un attentato dell'Isis contro un bersaglio europeo non ancora identificato. Intanto l'Austria fa il mea culpa per non essere riuscita a prevenire l'attentato di Vienna del novembre scorso. 

    • TERRORISMO

    L'attentato di Vienna segna la fine dell'islam moderato

    L'attentato terroristico di Vienna ha riproposto i vecchi errori da cui gli europei non intendono imparare, come dimostra la storia del 20enne attentatore. E si deve prendere atto che il radicalismo islamista è molto cresciuto, così che il fronte dei moderati musulmani è stato fortemente indebolito.
    - AUSTRIA NEL MIRINO DEGLI ISLAMISTI, NON DA ADESSO, di Lorenza Formicola

    • TERRORISMO

    Attentato a Vienna, islamismo all'attacco dell'Europa

    È di quattro morti (compreso un terrorista) e 15 feriti gravi il bilancio del terribile attacco terroristico che ieri sera ha sconvolto il centro di Vienna. Accertata la matrice islamica dell'attacco che cade in un momento di grave tensione tra l'Austria e la Turchia. Le sconvolgenti immagini dell'attacco dovrebbero svegliare i leader europei e religiosi, che anche dopo il massacro nella cattedrale di Nizza sono stati incapaci di chiamare i terroristi con il loro nome. Qui non si tratta di invocare una guerra contro i musulmani, ma di prendere atto che una guerra è stata dichiarata ed è in corso da parte degli islamisti contro l’Occidente. Ed è ora di svegliarsi e lasciare perdere sogni e utopie.

    • Nicaragua

    Attentato contro la cattedrale di Managua

    Una cappella e il prezioso crocifisso ligneo “Sangue di Cristo” che vi era esposto sono stati gravemente danneggiati da un incendio appiccato da un uomo che è riuscito a darsi alla fuga

    • Islam

    Forse il governo turco dietro il sequestro di due coniugi cristiani

    Un parlamentare avanza l’ipotesi che la scomparsa di due coniugi, ultimi cristiani di un villaggio del sudest, rientri nella politica governativa contro il ritorno dei cristiani nei luoghi di origine

    • REGNO UNITO

    La nuova definizione di islamofobia è un pericolo

    La nuova definizione di islamofobia adottata dai laburisti, dai liberaldemocratici e dal sindaco di Londra, Sadiq Khan, rischia seriamente di indebolire la lotta al fondamentalismo islamico. A dirlo è l’ex capo dell’antiterrorismo, Richard Walton, il quale spiega che identificare l’islam con un gruppo razziale e parlare di “percezione dell’islamismo” renderà più difficile perseguire i predicatori d’odio jihadisti.

    • L'ANALISI

    L'Occidente ha paura dell'islam ma non lo ammette

    • 23-03-2019

    L’Occidente ha terrore dell’islam, ma lo nega. È evidente da una serie di atteggiamenti che caratterizzano l'opinione pubblica e la Chiesa e che arrivano fino alla sindrome di Stoccolma. Per uscirne bisogna riconoscere le proprie paure e affermare la nostra identità culturale cristiana.

    • TURCHIA

    Arresti e condanne, repressione a pieno regime

    768 arresti in una settimana in Turchia, sempre con l'accusa di terrorismo. E poi 104 ergastoli per altrettante persone che Ankara vuole vicine a coloro che organizzarono il golpe del luglio 2016. Erdogan sta trasformando la Turchia in un carcere a cielo aperto.

    • JIHAD

    Il terrorismo in Italia esiste. Queste sono le prove viventi

    Quattordici arresti, 11 siriani e 3 marocchini, e un flusso di denaro che finiva a finanziare le attività degli jihadisti in Siria e Iraq che viene spezzato. L'ultima grande operazione contro il terrorismo in Italia dimostra l'esistenza di un'organizzazione sottovalutata per motivi politici: andava bene perché Al Nusrah combatteva Assad.