• IL CASO LUPI

    Non si può mai votare per il male minore

    Il deputato Maurizio Lupi torna a giustificare il voto a favore della legge sulle unioni civili e arruola anche san Giovanni Paolo II. Ma si sbaglia di grosso: il voto a favore della legge Cirinnà è stato moralmente inaccettabile. Ecco perché....

    • PARTITOCRAZIA

    Politici cattolici incoerenti, ridotti al silenzio

    Nel mercimonio di poltrone e candidature ciò che risalta maggiormente è l’evaporazione di ogni ideale di cattolicesimo da tradurre in scelte politiche coerenti e in linea con il pensiero sociale della Chiesa. Schieramenti intercambiabili, ignavia, opportunismo, incoerenza sono i tratti dominanti dei candidati cattolici.

    • NUOVO CENTRODESTRA

    Con Renzi o con Berlusconi, basta che si è eletti

    Prima avevano rotto con il centrodestra per restare nel governo assieme a Renzi e Gentiloni. Adesso, insofferenti del centrosinistra e fiutando aria di sconfitta, molti centristi tornano col centrodestra. Prima si erano ribattezzati Alternativa Popolare, adesso tornano Nuovo Centrodestra.

    • ALFANO E DINTORNI

    Il Centro si spacca, dopo la batosta siciliana

    Alternativa Popolare è ormai un simulacro di partito, con politici temporaneamente sotto le stesse insegne, ma pronti a prendere direzioni diverse. Le esperienze di governo di questa legislatura hanno dimostrato l’irrilevanza delle idee cattoliche. Rimane il pragmatico e cinico calcolo elettorale e ognuno andrà con chi offre di più.