• SCHEGGE DI VANGELO

I credenti non praticanti

Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? (Mc 4, 21)

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: "Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!". Diceva loro: "Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perchè a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha". (Mc 4, 21-25)

Coloro che sono pieni di gioia perché vivono il Vangelo non possono sottrarsi alla testimonianza quotidiana, semplice e spontanea. La luce della fede deve servire ad illuminare non solo coloro che la vivono, ma anche tutti coloro che sono loro vicini: familiari, amici, colleghi. Per questo non bisogna mai vergognarci della nostra fede e ricordarci bene che, prima ancora dei credenti non praticanti, sono piuttosto i praticanti non credenti ad ostacolare l’evangelizzazione.

Dona Ora