• NUOVO CENTRODESTRA

    Con Renzi o con Berlusconi, basta che si è eletti

    Prima avevano rotto con il centrodestra per restare nel governo assieme a Renzi e Gentiloni. Adesso, insofferenti del centrosinistra e fiutando aria di sconfitta, molti centristi tornano col centrodestra. Prima si erano ribattezzati Alternativa Popolare, adesso tornano Nuovo Centrodestra.

    • CANDIDATI RITIRATI

    Prima delle elezioni, la grande fuga dalla politica

    Di Battista, Pisapia, adesso Alfano: tanti big che ritirano le loro candidature. O le spostano in altri collegi, come la Boschi che non vuole presentarsi in Toscana per paura di perdere. Le cause dei ritiri sono diverse, ma lo scenario in cui avvengono è abbastanza chiaro: un pantano in cui chi è fuori si salva.

    • CAMPAGNE ELETTORALI

    Per il voto, Renzi punta ai giovani e Silvio ai vecchi.

    In vista delle prossime elezioni, che forse si terranno il 4 marzo, Matteo Renzi corteggia i giovani e Silvio Berlusconi gli anziani. Una spartizione per fasce d'età che forse è concordata in vista di (sempre negate) larghe intese contro il Movimento 5 Stelle. In mezzo, gli alfaniani sono spaccati e arrancano.

    • ALFANO E DINTORNI

    Il Centro si spacca, dopo la batosta siciliana

    Alternativa Popolare è ormai un simulacro di partito, con politici temporaneamente sotto le stesse insegne, ma pronti a prendere direzioni diverse. Le esperienze di governo di questa legislatura hanno dimostrato l’irrilevanza delle idee cattoliche. Rimane il pragmatico e cinico calcolo elettorale e ognuno andrà con chi offre di più.

    • AP ALLA DISPERAZIONE

    Ubiquità poltronara: Alfano torna all'ovile

    C’era da aspettarselo, ma l’ennesima giravolta dei centristi di Alfano sa tanto di disperazione. La nuova piroetta nell'eterno oscillare tra Renzi e Berlusconi sa tanto di ubiquità poltronara. Ma Salvini e Meloni non lo vogliono nel centrodesta e rischia di rimanere col cerino in mano